cavit - magazzino automatizzato

anno: 2007-2009

località: trento

Il progetto declina nuovamente il tema della giustapposizione degli spazi produttivi -lineari, rigorosi e dalla massa imponente, con un volume direzionale.  In questo caso, la peculiarità era dovuta alla diversa rilevanza ponderale delle due entità, in quanto, la palazzina uffici rischiava di ‘scomparire’ a confronto con i capannoni che la ‘racchiudono’. In considerazione di ciò, si è deciso di giocare sulle geometrie, facendo ‘schizzare’ il piccolo volume al di fuori del suo sedime, inclinandone i fronti rispetto alla verticale, muovendone i  fronti  attraverso tagli profondi e, infine, giocando sul colore e sulla materia.